G20, trovato l'accordo per una dichiarazione congiunta sul clima

G20, trovato l'accordo per una dichiarazione congiunta sul clima

G20, trovato l'accordo per una dichiarazione congiunta sul clima

Molto soddisfatta dell'esito del vertice sui problemi legati al clima si è dichiarata la cancelliera Angela Merkel: "Sapete che gli Stati Uniti si sono chiamati fuori dagli accordi sul clima, una posizione molto netta". Lo dicono fonti citate dalla Dpa.

Il libero commercio e il commercio internazionale, infatti, sono stati due nodi di fondamentale importanza in questa edizione del G20. "Continueremo a combattere il protezionismo - si legge nel testo della dichiarazione dei Venti - incluse tutte le forme di pratiche commerciali scorrette, e riconosciamo il ruolo degli strumenti di difesa commerciale legittimi in tal senso".

Mario Delpini è il nuovo arcivescovo di Milano: sostiuisce Scola
E' Mario Delpini il nuovo arcivescovo della Diocesi Ambrosiana , la più grande del mondo, 1.110 parrocchie, sei milioni di anime. Già si vede dal nome: i vescovi di Milano hanno tutti nomi solenni, Giovanni Battista, Angelo, Dionigi.

Sul clima invece i leader del G20 hanno trovato una soluzione che prende atto della decisione degli Stati Uniti (che si sono sfilati), ma ribadisce l'impegno degli altri 19 Paesi a rispettare e attuare gli accordi precedenti. Anche gli europei, che hanno da poco adottato una politica di dazi contro l'acciaio cinese (uno dei 41 provvedimenti analoghi decisi dalla Ue, 18 dei quali contro la Cina), e ovviamente anche la Cina, che ha lungamente praticato una politica di artificiale ribasso dei prezzi. Secondo il Presidente russo, "il Trump visto in televisione è diverso da quello reale e i rapporti con lui permetteranno di rilanciare i legami tra Russia e USA": così ha dichiarato in una conferenza stampa al termine della seconda giornata del G20 di Amburgo, riportata dalla TASS. Tramano contro la volontà di Trump di porgere la mano a Putin anche pezzi della sua stessa maggioranza e che fanno grosso modo capo all'ex candidato alle presidenziali John McCain, da sempre acerrimo nemico dei russi.

Tanti i commenti sul fatto che "i leader del G20 hanno raggiunto un compromesso sul commercio, ma combattono sul cambiamento climatico".

Il figlio di Marco Lucchinelli muore in un incidente in moto
Al personale medico intervenuto sul posto in elicottero non è restato altro da fare che constatare il decesso del motociclista. L'impatto è stato violento e il centauro è finito contro il basamento di cemento di uno degli stabilimenti della zona.

Basta guardare le immagini tv per cogliere subito un' atmosfera di impaziente attesa e di immediata cordialità, sin dal brevissimo incontro che ha preceduto lo storico faccia a faccia di oltre due ore. Lo scontro più duro, quello che Tillerson nel linguaggio diplomatico ha definito "vigoroso", è stato sul Russiagate. Ed ecco spiegato perché prima dell'incontro, forse il più importante fra un presidente americano e un russo negli ultimi decenni, vari esperti americani avevano raccomandato che la delegazione Usa fosse più nutrita e che ci fosse almeno un addetto agli appunti. "Ciò ha a che fare con la lotta al protezionismo". "Contemporaneamente - ha aggiunto Gentiloni - i nostri vicini sanno che questo sforzo non può essere illimitato, non può essere svolto soltanto da noi". Le ricostruzioni di Lavrov e Tillerson assicurano che il chiarimento c'è stato.

Un altro no per Charlie, Boris Johnson: "Impossibile spostarlo a Roma"
Lo ha detto il ministro degli esteri Angelino Alfano , commentando la volontà di chiudere la frontiera annunciata dal governo austriaco.

Related news